“Save Your Heart” – Presentata l’APP per la localizzazione dei defibrillatori

da Associazione Amici del Cuore onlus – Gubbio

Questa mattina, 8 giugno 2017, presso l’aula magna dell’Istituto “Gattapone”, a coronamento di un lungo percorso di formazione – informazione sulla pratica del primo soccorso e sui defibrillatori, è stata presentata un’app, dal bene augurante nome di “Save Your Heart”.

Il software consente di localizzare tutti i defibrillatori presenti nel territorio, permettendo, inoltre, l’individuazione di quello più vicino al luogo in cui si stanno prestando i soccorsi.

La realizzazione di questa app è stata resa possibile grazie al contributo fondamentale del professor Roberto Rossi e dei suoi allievi della classe 4B SIA, che hanno saputo tradurre in un prodotto perfettamente operativo i suggerimenti e le richieste provenienti dall’associazione “Gli Amici del Cuore”.



previous arrow
next arrow
previous arrownext arrow
Slider

Dopo la presentazione delle varie funzioni che l’applicazione è in grado di svolgere, è intervenuta la vicesindaco Rita Cecchetti, che ha sottolineato l’importanza di questo software, che si integra a pieno titolo nelle attività svolte dagli Amici del Cuore, da tempo impegnati nel prendersi cura delle patologie cardiache del nostro territorio. La vicesindaco ha espresso, al contempo, un’evidente soddisfazione per i risultati raggiunti dal progetto “Gubbio Città Cardioprotetta” e ha aggiunto che l’Amministrazione si adopererà affinché questa realizzazione ottenga la massima pubblicizzazione, anche tramite il sito istituzionale del Comune.

 

La presidente degli Amici del Cuore, Mariolina Vispi, a nome di tutta l’associazione, ha tenuto a ringraziare il professor Roberto Rossi e tutti gli allievi che hanno collaborato alla realizzazione dell’app, sottolineandone l’importanza ai fini di diffondere l’informazione sulla presenza di defibrillatori nel territorio Eugubino.

Il vicepresidente dell’Associazione, Giancarlo Sollevanti, ha infine voluto fare il punto sullo stato di avanzamento dei lavori di “Gubbio Città Cardioprotetta”, sottolineando inoltre che le iniziative di formazione non sarebbero state possibili senza l’intervento della Misericordia di Gubbio, in rappresentanza della quale era presente il presidente Massimo Pannacci.



Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *